Annunciate le start-up selezionate per il Beauty-Tech

Annunciate le start-up selezionate per il Beauty-Tech

L’Oréal e Founders Factory hanno individuato i nomi delle nuove start-up che saranno protagoniste della seconda edizione del programma di accelerazione Beauty-Tech

Saranno le start-up Sampler e Riviter a usufruire di Beauty-Tech, il programma di accelerazione della durata di sei mesi che rientra nella partnership tra L’Oréal e Founders Factory annunciata nel 2016.

Fondata da Marie Chevrier in Canada nel 2013, Sampler ha aiutato centinaia di marchi a gestire e valutare le proprie strategie di campionamento del prodotto attraverso un approccio più efficace e mirato. Mentre Riviter - fondata da Andi Hadisutjipto, Kris Woodbeck e Rachel Chen negli Stati Uniti - ha sviluppato un motore di ricerca visivo che utilizza una tecnologia di intelligenza artificiale brevettata per riconoscere i prodotti presenti nelle immagini e trovare il prodotto corrispondente online, rilevandone sia la precisa posizione che gli attributi.

Henry Lane Fox, CEO e Co-fondatore di Founders Factory, ha affermato: “Comprendiamo perfettamente le difficoltà insite nel lancio di un’impresa tecnologica e forniamo a queste start-up un vantaggio competitivo: l’impareggiabile supporto dell’Operations Team di Founders Factory unito alla competenza e alla rilevanza di L’Oréal".

L’Oréal sostiene inoltre la crescita di Alegra, una start-up già inserita nel programma di accelerazione di Founders Factory. Fondata da Alp Ocal in Turchia, aiuta i brand a costruire piattaforme digitali online per gestire contenuti e acquisti e-commerce su più dispositivi contemporaneamente.

Lubomira Rochet, Chief Digital Officer di L’Oréal, ha dichiarato: “Unire le capacità innovative di L’Oréal e quelle delle start-up del Beauty-Tech significa creare una sinergia virtuosa che permette di gestire le aspirazioni del consumatore e sviluppare una nuova generazione di servizi digitali che siano personalizzati e smart. Attraverso un approccio Test & Learn sosteniamo lo sviluppo e la crescita di giovani e promettenti imprenditori condividendo con loro il nostro know-how e il nostro network e, allo stesso tempo, li esortiamo ad apportare nuove idee ai progetti digitali dei nostri brand. L’Open Innovation è una strategia vantaggiosa per tutti che favorisce un modello di pensiero cosiddetto disruptive, fuori dagli schemi, e accresce la nostra leadership nel settore della bellezza”.