#IWILLNOTBEDELETED

#IWILLNOTBEDELETED Rimmel

Rimmel lancia una campagna globale contro il beauty cyerbullismo


Internet e i social media sono diventati uno strumento virale per divulgare commenti offensivi sull’aspetto fisico di alcune persone. Per combattere tutto questo, ossia il “beauty cyberbullismo”, Rimmel ha lanciato la campagna globale #IWILLNOTBEDELETED.

Il fenomeno colpisce circa 55 milioni di donne nel mondo e non risparmia personaggi noti, influencer, modelle, che hanno vissuto esperienze di questo tipo almeno una volta nella vita. Secondo un’intervista condotta da Rimmel su 11.000 ragazze tra i 16 e i 25 anni, 1 su 4 ha subito episodi di cyberbullismo. 

A dare più forza al messaggio di sostegno alla libertà di espressione, le storie personali di cyberbullismo raccontate da due icone globali di bellezza, Cara Delevingne e Rita Ora, e dalla Beauty Influencer del Kuwait Ascia Al Faraj

In partnership con The Cybersmile Foundation, organizzazione non profit internazionale, Rimmel offrirà un’assistenza concreta alle persone vittime di cyberbullismo con lo sviluppo di “Cybersmile Assistant”: uno strumento innovativo, basato sull’intelligenza artificiale, che indirizzerà gli utenti verso risorse, linee di assistenza, organizzazioni e articoli adatti al problema specifico e localizzati in prossimità dell’utente.

La campagna globale

La campagna italiana

Le portavoci dell’iniziativa in italia sono 5 giovani ambassador molto attive sui social e su youtube: AliLuvi (Alice Luvisoni); EmTV (Emma Mezzadri); Lea Cuccaroni; K4U Velia Bonaffini e Federica Favara Scacco. Tutto ruota attorno a uno dei valori fondamentali del brand: “Sperimenta attraverso il look e cerca ciò che ti rende unica perché tu sei padrona della tua bellezza, ed è questo a renderti speciale”, sintetizzato nell’hashtag di progetto #RIMMELYOUREDGES